Melissa

Melissa

Melissa officinalis L.

Famiglia: Lamiaceae

Parti Utilizzate: Le foglie

Descrizione e origine della Melissa

La melissa è un'erbacea perenne alta fino a 0,9 m, fusto angolare a sezione quadrata, foglie venate e rugose opposte. Fiori di colore dal bianco al crema. Originaria delle regioni del Mediterraneo orientale ed Asia minore.

Principi attivi di riferimento

Olio essenziale responsabile del caratteristico odore limonato, flavonoidi, glicosidi monoterpenici, fenilpropanoidi tra cui in particolare l’acido rosmarinico.

Attività principali

Carminativa, spasmolitica, sedativa leggera.

Uso della melissa

La melissa è efficace per curare la tensione, irrequietezza, irritabilità. Trattamento sintomatico dei disturbi digestivi caratterizzati da spasmi di lieve entità.

La melissa: Una pianta dalle proprietà rilassanti

Tra le piante rilassanti la Melissa è una di quelle più indicate nei disturbi digestivi che possono dipendere dalla tensione nervosa. È classicamente considerata infatti una pianta di transizione che si colloca a metà tra i digestivi e i rilassanti, avendo le proprietà di entrambi.