Enothera

Enothera (olio di)

Enothera (olio di)

Oenothera biennis L.

Famiglia: Onagraceae

Parti Utilizzate: L’olio estratto dai semi

Descrizione e origine dell'enothera

L'enothera è un'erbacea biennale, nel primo anno presenta foglie raccolte a formare una rosetta basale e uno stelo fiorale che può raggiungere 1,5 m entro il secondo anno. I fiori ampi, gialli e tubulari si aprono la sera e sono impollinati dalle falene. I semi numerosissimi si formano in capsule oblunghe. È originaria del nord America.

Principi attivi di riferimento dell'enothera

L’olio è ricco di acidi grassi essenziali: circa 8-14% di gamma-linolenico (GLA) e 60-80% linoleico.

Attività principali

Gli acidi grassi polinsaturi sono componenti fondamentali delle membrane cellulari e importanti precursori di molte sostanze che agiscono come modulatori delle funzioni biologiche quali prostaglandine, leucotrieni etc.

Uso dell'enothera

L'enothera viene usata come Integrazione dietetica di acidi grassi essenziali. Sindrome premestruale. Dermatiti.

Altri usi dell’olio di enothera

L’Enothera assieme alla Borragine, ai semi di Ribes nero e a quelli di Cannabis sono tra le piante più note per la ricchezza di acidi grassi essenziali della serie omega 3 ed omega 6 ( si veda anche monografie dell’Olio di pesce e Borragine). Questi oli oltre che per la loro attività quando assunti internamente sono anche ampiamente utilizzati nei cosmetici, normalmente per le loro proprietà nutritive ed emollienti cutanee. I bellissimi fiori gialli, ricchi di mucillagini, venivano utilizzati similmente a quelli di malva come antitussivi.

Guida Bibliografica